Ristorante Lunasia
Relais Chateaux
 
Prenota Ora

Luca Landi

UNA PASSIONE CONSACRATA CON UNA STELLA MICHELIN PER INNOVAZIONE E CURA DEI DETTAGLI

Originario della Garfagnana (Lucca), Luca Landi coltiva fin da bambino la passione per la cucina e per la delicata armonia dei sapori.
Appena diplomato inizia la sua avventura sotto la guida di Angelo Paracucchi prima e in seguito entra in contatto con la haute cuisine con Jean Micheal Brawart M.O.F. Chef alla Closerie des Lilas a Parigi e in seguito con Frank Cerruti chef del ristorante Alain Ducasse – Louis XV dell’Hotel de Paris a Montecarlo.
All’Enoteca Pinchiorri di Firenze, collabora con Italo Bassi e Riccardo Monco e nel 2003 inizia a ideare nuovi gusti di gelato, fino alla creazione del gelato salato che lo porta nel 2009 alla vittoria della Coppa del mondo di gelato gastronomico. Nel 2004 apre il ristorante Lunasia e nel 2011 ottiene la prima stella Michelin.
Nell’attesa di ritornare ad nel suo Lunasia, durante il restyling del Plaza e de Russie, ha girato il mondo affinando la sua arte negli Stati Uniti e in Giappone insieme a Chef a tre stelle. In California ha collaborato con David Kinch considerato il miglior chef americano della regione del Pacifico. A Chicago ha officiato insieme ad Achatz Grant all’Alinea, il miglior ristorante del mondo per la lista 100 finedininglovers e, sempre a Chicago, ha affiancato John Shields, il più apprezzato chef americano tra gli addetti ai lavori – giornalisti e Chef – negli USA. Mentre a Tokyo, al Nihon ryori Ryugin, si è confrontato con i segreti della cucina kaiseki di Seiji Yamamoto un vero e proprio monumento gastronomico per l’intero Giappone.

La ricetta di Luca Landi

FARROTTO MANTECATO AL PECORINO, CREMA DI SEPPIE E MAGGIORANA

Ingredienti per due persone:
170 gr di farro
500 gr brodo vegetale
1 cipollotto fresco
60 gr pecorino stagionato grattugiato 2 spicchi d’aglio
qualche rametto di maggiorana fresca 300 gr seppie pulite
60 gr mascarpone
30 gr parmigiano reggiano grattugiato 50 ml vino bianco
sale, pepe ed olio extrevergine evo

Mettere in ammollo il farro in abbondante acqua fredda per 8 ore. Rosolate in una casseruola con poco olio l’aglio intero ma spellato e aggiungete i rametti di maggiorana, spengere il fuoco e far infondere. Tagliare le seppie a pezzetti e farli insaporire nella casseruola, bagnare con il vino bianco e farlo evaporare. Togliere l’aglio e i rametti di maggiorana e frullare la seppia cotta con il mascarpone, il parmigiano e poco olio evo a crudo. Aggiustare di sapore con sale e pepe, conservare tiepido.
In una pentola stufare con poco olio il cipollotto tritato, aggiungere il farro ammollato e scolato dall’acqua di ammollo, farlo stufare qualche minuto con il fondo e portarlo a cottura in circa 10 minuti aggiungendo il brodo vegetale caldo, cuocendolo a fuoco moderato. Una volta cotto il farro mantecarlo con olio a crudo e parmigiano e aggiustare di sapore con sale e pepe. Sporzionare l’orzotto sui piatti ben steso e condire con la crema di seppia disposta sulla superficie. Decorare con delle foglie di maggiorana fresca.
Buon appetito!